Recuperi di serie a: la Juventus non guarisce dalla pareggite

770 giorni ago by
singleimage

Nel giorno scelto per i recuperi delle partite saltate per il maltempo del mese scorso ennesimo pareggio (il tredicesimo stagionale) per la Juventus di Conte che perde l’occasione di agganciare nuovamente il Milan in testa alla classifica; il punticino conquistato dai bianconeri a Bologna serve solo a mantenere l’imbattibilità stagionale ma lascia Buffon e compagni a meno due dai rossoneri.

Diventa complicato capire quale sia la linea di confine che separa i meriti dell’ottimo Bologna messo in campo ieri sera da Pioli e le mancanze dell’ormai ex prima della classe, apparsa anche ieri sera almeno nella prima frazione di goco imballata, stanca e senza lo straccio di un idea. Il centrocampo a 4 dei felsinei con Mudingayi e Perez a fare legna e sui lati Diamanti e Ramirez riesce nel duplice tentativo di togliere il tempo di pensare a Pirlo e al contempo di ripartire con contropiedi fulminei che spesso colgono impreparati Bonucci e Caceres. Proprio da una rapida ripartenza Ramirez offre a Di Vaio un pallone solo da spingere in rete e l’attaccante romano non tradisce mandando le squadre al riposo sul punteggio di uno a zero.

A questo punto in molti erano pronti a scommettere sul tracollo bianconero ma come solo le grandi squadre riescono a fare la Juve tira fuori l’orgoglio e riesce a raddrizzare la partita proprio con uno dei suoi giocatori più discussi in questo periodo, quel Mirko Vucinic che fino al tredicesimo minuto della ripresa era stato un semplice spettatore della disputa si sveglia dal suo torpore ed appone la sua firma sul match, riaprendolo. Per il montenegrino è il 4 gol in campionato, non certo il bottino che Marotta e tutta la dirigenza pensava di dover registrare per uno degli acquisti più importanti dell’ultimo mercato estivo.

Il resto della partita non lascia molto spazio allo spettacolo e il solo fatto degno di nota è la espulsione di Conte per le solite stucchevoli proteste nei confronti dell’arbitro reo di non aver concesso un rigore per un fallo di Pulzetti su De Ceglie. Riguardando le immagini appare chiara l’infrazione del rossoblu che strattona De Ceglie ma il fallo comincia molto fuori l’area di rigore quindi al massimo si sarebbe trattato di punizione dal limite.

Negli altri due recuperi altrettanti pareggi tra Cesena e Catania(0-0) e tra Parma e Fiorentina (2-2 il finale).

Lascia un commento

Puoi usare i seguenti tags HTML attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>